Marta Laudani

Marta Laudani, nata a Verona, si è laureata in architettura alla Sapienza di Roma. E’ operativa nei campi dell’interior e del product design (con Marco Romanelli ha lavorato tra gli altri per Arflex, Bosa, Corraini Editore, Daa Italia, Dorelan, Driade, Fiam, Glas, Hands on Design, Nodus, Oluce). I suoi progetti sono stati pubblicati dalle principali riviste internazionali e nel 2001, a Roma per conto di Fiat Engineering, ha progettato il recupero del “Museo della Civiltà Romana”. Nel 2016 è stata tra gli invitati a realizzare una stanza alla mostra “Stanze. Altre filosofie dell’abitare”, in occasione della XXI  Triennale di Milano. I suoi lavori sono stati esposti in numerose rassegne e musei fra cui:  la Biennale di Architettura di Venezia, lo Shiodome di Tokyo, Palazzo Valmarana Braga e il Museo del Gioiello a Vicenza,  la Korea Foundation di Seoul, il Museo Poldi Pezzoli, il Castello Sforzesco e La Triennale di Milano, i Musei Correr  e Ca’ Rezzonico di Venezia, i Mercati Traianei e il Maxxi di Roma. Nel 2014 è uscito, per le edizioni “Forma”, il volume Laudani&Romanelli: per un moderno continuo.  Il lavoro di progettazione si  è sempre affiancato ad un'intensa riflessione critica sui temi dell'abitare e del design:  ha scritto numerosi  saggi e articoli per Electa, Domus e Abitare. Ha insegnato “Architettura degli interni” e "Storia del design contemporaneo" presso l’Università La  Sapienza di Roma.